OFFANENGO

La fuga dai Carabinieri termina contro un albero: nel baule taniche di gasolio, attrezzi da scasso e passamontagna

I due occupanti del mezzo sono riusciti a darsi alla fuga dileguandosi nei campi

La fuga dai Carabinieri termina contro un albero: nel baule taniche di gasolio, attrezzi da scasso e passamontagna
Pubblicato:

I Carabinieri della Stazione di Romanengo hanno intercettato un’auto che, alla vista della pattuglia, è scappata e ha terminato la sua corsa contro un albero. I due occupanti, che avrebbero commesso un furto aggravato in un cantiere di Offanengo, sono riusciti a scappare a piedi.

Auto non si ferma all'alt

La sera di mercoledì 13 marzo 2024, poco dopo le 21, lungo la Strada Provinciale 235, nei pressi di Offanengo, una pattuglia dei Carabinieri di Romanengo ha notato un'auto procedere in contromano. I militari hanno raggiunto il veicolo e hanno intimato l’alt, ma il conducente del mezzo ha accelerato e si è dato alla fuga.

Scatta l'inseguimento

È iniziato un breve ma frenetico inseguimento, che si è concluso quando il conducente della vettura, tentando di sottrarsi agli agenti, ha perso il controllo del mezzo, schiantandosi contro un albero. I due individui a bordo dell'auto sono scesi velocemente dal mezzo e si sono dati alla fuga a piedi nei campi circostanti, riuscendo ad evitare la cattura.

La refurtiva nel baule

La successiva ispezione del veicolo ha svelato una serie di oggetti sospetti nel baule posteriore, tra cui taniche di gasolio, una batteria per mezzi d'opera, attrezzi da scasso e passamontagna. Ciò ha spinto i Carabinieri a effettuare ulteriori verifiche che li hanno portati a un cantiere nelle vicinanze.

La refurtiva

Gasolio rubato in cantiere

Presso il cantiere, infatti, i militari hanno individuato numerosi mezzi d'opera, uno dei quali presentava segni evidenti di effrazione: lo sportello del vano motore forzato, il tappo del serbatoio manomesso e la batteria di avviamento rubata. Questi indizi hanno confermato i sospetti dei Carabinieri: l'auto in fuga era stata utilizzata per commettere un furto nel cantiere stesso.

Caccia ai fuggitivi

I Carabinieri di Romanengo hanno quindi proceduto al sequestro dell'auto e della refurtiva, continuando nel frattempo le indagini per identificare i responsabili del furto e della fuga.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali