A Pandino

Incidente stradale, ex Carabiniere salva coppia di anziani finita nel canale

Due anziani, coinvolti nel sinistro, salvati dall'intervento di Pierluigi Nosotti

Incidente stradale, ex Carabiniere salva coppia di anziani finita nel canale
Pubblicato:
Aggiornato:

Sinistro stradale verificatosi nel pomeriggio di sabato 25 maggio 2024, che ha coinvolto due anziani rimasti poi intrappolati all'interno del veicolo finito in un canale nei pressi di Pandino. Salvi grazie all'intervento tempestivo di un ex carabiniere che stava percorrendo lo stesso tratto di strada.

Incidente stradale

Salvi grazie all'intervento repentino di un ex Carabiniere che si trovava nei pressi dell'incidente che ha intrappolato due anziani nell'abitacolo di una Peugeot finita, per ragioni ancora da chiarire, in un canale nei pressi del comune di Pandino, dopo lo scontro con una Opel Corsa, all'interno della quale vi erano due giovani rimasti illesi.

Erano le 17.30 quando l'ex Militare in congedo, Pierluigi Nosotti di 71 anni, si è imbattuto nell'incidente stradale. Senza pensarci si è catapultato nel canale, lungo la Bergamina all'incrocio con Gradella, per salvare la vita dei due anziani coinvolti, il conducente 77enne e la moglie, entrambi rimasti intrappolanti nell'auto mentre l'acqua continuava a salire all'interno dell'abitacolo.

Liberati da ex Carabiniere

Il veicolo, ribaltato a ruote all'aria all'interno del canale, aveva iniziato ad incanalare acqua, circa un metro, gli anziani quindi rischiavano di annegare. Il 77enne, rimasto incastrato a testa in giù, non aveva modo di uscire dall'abitacolo.

Fortunatamente, l'intervento dell'ex membro delle Forze dell'Arma, iscritto all'Associazione nazionale degli ex militari, che in quel momento si stava dirigendo verso Gradella, è stato provvidenziale: forzando le portiere è infatti riuscito a liberare la coppia di anziani.

In ospedale

Il 77enne, l'unico ad aver riportato delle ferite, è stato poi accompagnato all'Ospedale dai soccorsi del 118 giunti sul posto poco dopo con l'intervento delle Forze dell'Ordine.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali