PIANENGO

Incendio nel garage, sei famiglie evacuate e palazzina inagibile

Le fiamme, divampate la scorsa notte, hanno interessato uno stabile di due piani

Incendio nel garage, sei famiglie evacuate e palazzina inagibile
Pubblicato:

Incendio nella notte tra domenica 30 giugno e lunedì 1 luglio 2024 a Pianengo: le fiamme sono divampate nel garage di una palazzina di due piani rendendola inagibile. Sei famiglie evacuate.

Incendio nel garage

Un incendio scoppiato la scorsa notte a Pianengo, in via Cimitero 61, ha costretto sei famiglie a lasciare le proprie abitazioni. L'incendio, iniziato nel garage interrato di una palazzina di due piani, che ospita anche otto richiedenti asilo ospitati dalla Caritas diocesana di Crema.

L'intervento dei Vigili del Fuoco

L'allarme è stato dato da alcuni passanti che hanno notato le fiamme e hanno immediatamente allertato i vigili del fuoco. I pompieri sono giunti sul posto rapidamente, ma il loro lavoro è stato complicato dalla collocazione del garage e dall'intensità delle fiamme, che hanno avvolto due auto e altri oggetti depositati nello spazio.

Evacuate 6 famiglie

Cinque delle sei famiglie residenti nella palazzina erano presenti e sono state fatte evacuare dai vigili del fuoco al loro arrivo. La sesta famiglia si trova invece in vacanza. Le 18 persone evacuate hanno trovato rifugio temporaneo presso parenti e amici, mentre gli otto richiedenti asilo sono stati trasferiti presso la Caritas o in hotel.

Cause in fase di accertamento

Le operazioni di spegnimento dell'incendio si sono protratte fino alle 4.30 del mattino. Al momento, le cause dell'incendio restano sconosciute e tutte le ipotesi sono al vaglio. In giornata è previsto un sopralluogo per valutare i danni strutturali e determinare l'origine delle fiamme. Sembra però probabile che l'incendio sia iniziato da una delle due automobili parcheggiate nel garage, propagandosi poi rapidamente all'altra vettura e agli oggetti circostanti.

(Foto di copertina: immagine di archivio)

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali