Si è aggravata velocemente

Il Covid non le lascia scampo: Martina muore a soli 21 anni

La giovane si è spenta martedì all'ospedale di Guastalla.

Il Covid non le lascia scampo: Martina muore a soli 21 anni
19 Novembre 2020 ore 12:03

Martina Bonaretti aveva solo 21 anni quando, due giorni fa, martedì 17 novembre 2020, si è spenta all’ospedale di Guastalla  in provincia di Reggio Emilia. Come riporta Prima Mantova, il decesso è avvenuto dopo che la giovane aveva contratto il Coronavirus.

Uccisa dal Covid a 21 anni

Martina è purtroppo solo una delle tante persone che ogni giorno in Italia perdono la vita a causa del Covid, ma la sua storia fa particolare clamore per la giovane età che aveva, a conferma che il Coronavirus non guarda in faccia proprio nessuno. La giovane 21enne di Luzzara (RE) era stata trasportata in pronto soccorso il 12 novembre scorso dopo che aveva iniziato ad accusare i primi sintomi della malattia, con un po’ di febbre e fatica a respirare. Una situazione che si è purtroppo aggravata velocemente fino a portarla al decesso. Vani i tentativi dei medici di intubarla e stabilizzarla: il suo corpo, affaticato e sfinito dal virus, non ha retto un attacco cardiaco.

Famiglia conosciuta anche nel Mantovano

Secondo quanto riportato dal fidanzato Davide Ciotti Martina non aveva nessun tipo di problema di salute.  La sua morte ha lasciato nel dolore, nella disperazione e nell’incredulità un’intera famiglia. Il padre Lucio è conosciuto nel Suzzarese grazie all’impresa che gestisce con il fratello Diego, l’azienda Abs Compressori di via Circonvallazione Est 8 a Luzzara, nella quale lavora come amministratrice anche Silvia, la madre di Martina. La sorella minore Aurora, 16 anni, è invece ancora una studentessa.

LEGGI DI PIU’ SU PRIMA MANTOVA

LEGGI ANCHE

Covid-19 a Cremona e provincia: i contagi Comune per Comune (19 novembre 2020)

TI POTREBBE INTERESSARE

Un cuore di pullman (fermi) a Leolandia: 86 mezzi da tutta la Lombardia VIDEO

Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia