Da gennaio a luglio 2020

I decessi per differenti cause in provincia di Cremona, Comune per Comune

Informazioni utili a comprendere la situazione legata all'emergenza sanitaria da Covid-19.

I decessi per differenti cause in provincia di Cremona, Comune per Comune
Cremona, 28 Ottobre 2020 ore 10:13

L’Istat ha diffuso i dati relativi ai decessi (per tutte le differenti cause di morte: patologie tumorali, infarti, etc. etc.) nei comuni italiani da gennaio ad agosto 2020, per contribuire alla diffusione di informazioni utili anche
alla comprensione della situazione legata all’emergenza sanitaria da Covid-19.

L’andamento dei decessi in Lombardia

Considerando l’andamento dei decessi per il complesso delle cause, nel primo bimestre del 2020 si registra una diminuzione della mortalità rispetto al 2015-2019, mentre a partire dal mese di marzo si ha una netta inversione di tendenza, a seguito della diffusione dell’epidemia di Covid-19.

A livello territoriale è il Nord l’area in cui si registra l’inversione di tendenza più marcata, in particolare in Lombardia si passa da una diminuzione dei decessi del 5,8% del bimestre gennaio-febbraio 2020 -rispetto al 2015-2019- ad un aumento del 191,2% nel mese di marzo, seguita dall’Emilia–Romagna con un aumento del 69,1%, e dal Trentino Alto-Adige (62,2).

Nel mese di aprile si iniziano ad osservare alcuni importanti cambiamenti nello scenario precedentemente descritto. Si registra infatti, pur in un contesto ancora drammatico, una riduzione dell’eccesso di mortalità totale rispetto allo stesso periodo del 2015-2019, proprio in alcune aree che per prime sono state colpite più duramente dall’epidemia di Covid-19.

E a livello nazionale

A livello nazionale i decessi totali scendono dagli oltre 85 mila di marzo ai 72 mila di aprile e la variazione passa da un aumento medio del 47,2% di marzo (27 mila e 500 decessi in più rispetto alla media 2015-2019) al 39,2% di aprile (20 mila decessi in più).

La diminuzione più importante in termini di decessi e di variazione percentuale si osserva in Lombardia: i morti per il totale delle cause diminuiscono da 25 mila e 500 di marzo a 17 mila di aprile 2020 e l’eccesso di decessi rispetto alla media degli stessi mesi del periodo 2015-2019 scende da 191,2% a 117,1%.

Nel mese di maggio, a livello medio nazionale, i decessi totali risultano ancora lievemente superiori alla media dello stesso mese del periodo 2015-2019 (quasi 52 mila nel 2020, +2,1%). Solo in 3 regioni la differenza percentuale è di circa il 10%, il primato spetta ancora alla Lombardia, in cui si osserva anche nel mese di maggio l’eccesso di decessi più marcato (12,2%).

Nei mesi di giugno e luglio si registra al contrario a livello nazionale un calo del numero dei decessi rispetto alla media 2015/2019 (rispettivamente dell’1,5% e del 3%). Nello stesso periodo, la variazione è negativa per tutte le ripartizioni. Nel mese di luglio, per la prima volta dall’inizio della pandemia, anche la Lombardia (-4,9%) fa osservare un numero di decessi inferiore rispetto allo stesso mese della media 2015-2019 registra un valore negativo della variazione rispetto al quinquennio precedente.

CLICCA QUI O SULL’IMMAGINE SOTTOSTANTE PER TUTTI I DATI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI CREMONA

 

LEGGI ANCHE

Covid, dati 27 ottobre 2020 | +5.035 positivi in Lombardia | Cremona +128

TI POTREBBE INTERESSARE

Ipotesi lockdown totale in Lombardia? Regione smentisce: “Fake news”

Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia