Menu
Cerca
Spaccio stupefacenti

I Carabinieri rintracciano latitante fuggito in Spagna per non essere catturato

Il 49enne attualmente si trova ristretto nelle carceri spagnole in attesa di estradizione.

I Carabinieri rintracciano latitante fuggito in Spagna per non essere catturato
Cronaca Cremona, 13 Maggio 2021 ore 15:41

Cremona. I Carabinieri individuano ed arrestano latitante rifugiatosi in Spagna.

Fugge in Spagna

A nulla è servito abbandonare l’Italia e cercare rifugio in Spagna. E’ infatti nella penisola iberica che i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Cremona e della Stazione di Robecco d’Oglio, hanno rintracciato Cavaglieri Roberto classe 1972, nato a Milano ma domiciliato a Scandolara Ripa d’Oglio, condannato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si rende irreperibile

Il 49enne, dopo essere stato arrestato nel 2002 per detenzione di sostanze stupefacenti dai militari di Robecco d’Oglio, era stato posto agli arresti domiciliari e dopo la scarcerazione, in attesa della condanna definitiva, aveva fatto perdere le sue tracce rendendosi di fatto latitante.

L'ordine di carcerazione

La condanna a scontare la pena di un anno e 4 mesi, emessa dal Tribunale di Cremona, era giunta nel 2006 ma il Cavaglieri, in quanto latitante, non aveva presentato alcuna istanza e per questo, nel novembre del 2007 la Procura della Repubblica di Cremona ha emesso l’ordine di carcerazione che però, a causa della sua latitanza non è stato possibile effettuare. Nel dicembre del 2020 infine la Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Brescia ha emesso, nei suoi confronti, l’ordine di esecuzione per la sua cattura e conseguente carcerazione.

L'indagine

L’attività info investigativa condotta dai militari dell’Arma, caratterizzata da una scrupolosa analisi delle abitudini del condannato, dai movimenti dei suoi conoscenti, e da una serie di indagini tecniche messe a punto per l’occasione, ha consentito ai Carabinieri impegnati nelle ricerche del latitante di localizzarlo in Spagna. L’attività investigativa condotta dagli uomini dell’Arma, ha consentito loro, pur senza muoversi dal Territorio Nazionale, di coordinare il collaterale spagnolo indicandogli l’esatta posizione di dove si trovava il Cavaglieri.

Mandato di arresto europeo

Questa collaborazione tra i Carabinieri e la polizia spagnola ha quindi permesso l’esecuzione del mandato di arresto europeo del 49enne milanese attualmente ristretto nelle carceri spagnole in attesa di estradizione.