Gianluca Vialli ambasciatore di #Thisability: il ritorno nella sua Cremona che lo fa commuovere

L'ex calciatore racconta la sua battaglia contro il cancro.

Gianluca Vialli ambasciatore di #Thisability: il ritorno nella sua Cremona che lo fa commuovere
Cremona, 03 Luglio 2019 ore 09:48

Tumore al pancreas: questo è l'infausto destino dell'ex calciatore Gianluca Vialli, ora ambasciatore del progetto #Thisability.

L'ex calciatore ambasciatore di #Thisability

Il tema del tumore, della malattia e dell'incessante lotta che Gianluca Vialli sta combattendo, è stato oggetto di una cena benefica organizzata dalla «Compagnia delle griglie» per sostenere il progetto #Thisability, di cui l'ex calciatore è ambasciatore e portavoce.

Vialli è tornato nella bella Cremona, sua città natale, direttamente da Londra per partecipare a questa iniziativa. Si è dapprima complimentato con i giovani 18enni con disabilità che hanno servito la cena, lasciandosi poi trasportare dall'emozione parlando del proprio tumore, arrivando a commuoversi.

Goals. 98 storie + 1 per affrontare le sfide più difficili

E' questo il titolo del libro scritto da Gianluca Vialli, dove per la prima volta ha parlato della propria personale battaglia contro la malattia. Un cancro al pancreas che continua a curare e combattere, come ha sempre fatto sul campo da calcio senza mai distogliere lo sguardo dalla meta finale.

Gianluca Vialli parla della propria battaglia

Ne parla con franchezza, anche se ancora si commuove.

"Io vorrei poter ispirare le persone, e vorrei che mi guardassero e mi dicessero «grazie a te non ho mollato»: per questo ho scritto questa storia. Ho deciso di viverla non come una battaglia, che il cancro non fosse una cosa da sconfiggere. Anche perché è molto meglio non fare una battaglia contro una cosa che può essere sicuramente più forte di te, quindi la tratto come un'esperienza da superare, un viaggio da fare con un ospite non del tutto desiderato. Ma sono convinto che presto possa stancarsi di fare questo viaggio con me e possa dire "Adesso di saluto". Devo dire che sto facendo ancora delle cure ma sono positivo e convinto che andrà tutto bene."

Alla fine della cerimonia Gianluca Vialli è stato vestito con il grembiule dei ragazzi di #Thisability, in quanto membro onorario del gruppo.

Leggi anche: Gianluca Vialli racconta la sua lotta al cancro in un libro

TORNA ALLA HOME

 

 

Seguici sui nostri canali