Cronaca
Tra il 2019 e il 2023

Furti e rapine a Casalmaggiore, 28enne condannato a sei mesi di carcere

L'ultima azione criminale del pregiudicato italiano risale al marzo di quest'anno quando ha rubato i contanti della cassa di un colorificio

Furti e rapine a Casalmaggiore, 28enne condannato a sei mesi di carcere
Cronaca Pubblicazione:

Tutto è iniziato nel febbraio 2019 quando il giovane ha messo in atto una rapina ai danni di un uomo diretto alla stazione a cui ha rubato il cellulare.

Incarcerato 28enne senza fissa dimora

I Carabinieri della stazione di Casalmaggiore hanno arrestato un ragazzo di 28 anni pluripregiudicato e senza dimora fissa. Il giovane italiano è stato condannato dal Tribunale di Cremona a scontare una pena complessiva di sei mesi di reclusione per reati di rapina e furti aggravati commessi nel 2019 e nel 2023.

Il carcere di Cremona

Nel febbraio 2019, il malvivente si è reso responsabile di una rapina avvenuta nel centro abitato di Casalmaggiore. La vittima, un uomo che si stava dirigendo verso la stazione ferroviaria, è stata bloccata e minacciata dall'aggressore che ha successivamente rubato il suo cellulare e il portafoglio.

Beccato mentre rubava una bici

Nonostante il 28enne abbia gettato il portafoglio a terra dopo aver scoperto che non conteneva soldi, i Carabinieri di Casalmaggiore sono stati in grado di identificarlo e dimostrare la sua colpevolezza grazie alla denuncia della vittima e alle indagini condotte. Ma le sue azioni criminali non si sono fermate qui.

A metà febbraio 2019, ha messo a segno un furto in un'abitazione sottraendo una bicicletta che era stata assicurata con una catena. Tuttavia, il suo piano è stato svelato da un residente del condominio che lo ha visto compiere l'atto e lo ha successivamente riconosciuto. I Carabinieri hanno ricostruito ogni fase del furto e identificato il giovane come il colpevole.

Il furto in un colorificio e la carcerazione

Nel marzo 2023, il criminale ha compiuto un ulteriore furto in un esercizio commerciale, un colorificio. Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso l'uomo mentre dava calci a una porta finestra sul retro del negozio e successivamente l'ha sfondata. Una volta dentro, ha rubato denaro dalla cassa e si è dato alla fuga. Anche in questo caso, grazie alle immagini di sorveglianza, è stato possibile identificarlo.

Le sentenze relative a questi crimini, emesse dal Tribunale di Cremona nel 2019 e nel 2023, sono diventate definitive nel febbraio 2020 e nel giugno 2023. La Procura della Repubblica ha quindi emesso un ordine di carcerazione per una pena totale di sei mesi da scontare.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali