Edilizia scolastica e manutenzione strade: importanti investimenti dalla Provincia

Ecco tutto quello che si è fatto e che si farà.

Edilizia scolastica e manutenzione strade: importanti investimenti dalla Provincia
Cronaca Cremona, 02 Ottobre 2019 ore 12:59

La Provincia di Cremona ha promosso investimenti nel settore dell’edilizia scolastica e per la manutenzione delle pavimentazioni di vari tratti stradali.

Manutenzione strade

Nello specifico, per quanto attiene alle manutenzioni stradali e bitumature, grazie al Piano Straordinario della Regione Lombardia sono stati investiti € 1.191.565,51 nei tratti stradali sulla SP 234 Acquanegra Cremonese, Spinadesco e SP 415 Castelverde, Sesto ed Uniti, Grumello Cremonese, Castelleone, Cappella Cantone, Crema, Vaiano Cremasco;

con il Patto per la Lombardia € 1.000.000,00 nel tratto Sp 45B Robecco d’Oglio, Sp 11 Pessina Cremonese Sp 33 Cicognolo, € 1.064.798,49 lungo le strade Sp 234 Pizzighettone, Crotta d’Adda, Acquanegra Cremonese Sp 415 Cappella Cantone, San Bassano, Grumello Cremonese, inoltre € 1.000.000,00 sulle Sp 235 Crema, Offanengo ed Sp 498 Soncino.

Ancora con il Piano Straordinario della Regione Lombardia € 1.191.565,51 sulla Sp 45B Robecco d’Oglio ed Sp 498 Castelverde, Casalmorano, Casalbuttano;

con il DM 49/2018 (Ministero) € 1.078.613,85 nei tratti Sp 2-13 Gombito San latino Sp 90 Rivolta d’Adda, Casaletto Vaprio ed Sp 591 Montodine; inoltre € 1.000.000,00 nei tratti Sp 21 Corte de Cortesi con Cignone, Sp 32 Rivarolo del Re, Sp 33 Cicognolo Sp 45B Pozzaglio Sp 88 Vicobellignano, Casalmaggiore; sul bando Competitività € 500.000,00 nel tratto stradale Sp 234 Sesto ed Uniti, Castelverde.

La fine lavori degli interventi sopracitati è prevista entro il 2019.

Inoltre grazie al Bando Sicurezza Stradale della Regione Lombardia, per la provincia di Cremona verranno eseguiti i lavori inerenti la sicurezza, tra cui segnaletica e barriere, per un ammontare complessivo di 600.000 euro, di cui finanziati euro 300.000 dal bando stesso.

Edilizia scolastica

Sul fronte dell’edilizia scolastica di competenza della Provincia vi sono corposi interventi.

Nella zona del cremasco si sono da poco conclusi degli importanti lavori di adeguamento normativo al Pacioli di Crema e sono stati anche completati lavori di adeguamento al Galilei di Crema; si sono inoltre conclusi gli interventi di riqualificazione di alcune aule del Racchetti in via Stazione a Crema.

A Cremona si sono conclusi da poco i lavori di prevenzione incendi allo Stanga di Cremona, nella sede di palazzo Ghisalberti.

Dalla tipologia di interventi di prossima realizzazione e in fase di progettazione, la Provincia, partendo da una rinnovata e condivisa analisi dello stato dei requisiti degli istituti scolastici effettuata nel corso del 2018 e proseguita nel 2019, ha avviato una importante fase di progettazione ed analisi avente come obiettivo il completamento dei lavori di Prevenzione per i pochi edifici scolastici che ne sono ancora sprovvisti e, dove necessario, la preventiva diagnosi sismica. Questi due ambiti di intervento caratterizzano gli investimenti programmati che si legano alla tipologia di finanziamenti esterni attivati ed attivabili ed alla caratterizzazione degli interventi da questi prevista.

Con l’intervento sulle coperture del Racchetti della prossima estate, infine non ci sarà più alcun edifico scolastico di competenza della Provincia con coperture con lastre contenenti amianto.

Nei prossimi mesi si avvieranno i lavori di alcuni importanti interventi, in particolare:

Istituto Einaudi – Via Bissolati a Cremona. Lavori di riqualificazione energetica: 1.500.000,00
Sezione Ala Ponzone Cimino dell’I.I.S.Torriani di Cremona. Lavori di adeguamento antincendio finalizzati all’ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi: 1.300.000,00

Le gare d’appalto sono state già aggiudicate e si stanno completando le procedure contrattuali per poter avviare i lavori.

Altri interventi nelle scuole

Sono inoltre ormai appaltati ed inizieranno nel corso dell’anno scolastico appena iniziato altri sei interventi, che interessano alcuni plessi scolastici e che consentiranno di ristrutturare e riqualificare diversi spazi scolastici o, nel caso di via Manzoni a Cremona, ristrutturare lo stabile per l’utilizzo scolastico; gli interventi sono i seguenti:

Sezione Marazzi dell’Istituto Sraffa di Crema. Eliminazione vulnerabilità non strutturali: Euro 300.000,00
Liceo Racchetti di Crema. Completamento rifacimento delle coperture: Euro 600.000,00
Istituto Einaudi ex Dorotee – Via Manzoni. Recupero dell’Aula Magna: Euro 150.000,00
Istituto Einaudi ex Dorotee – Via Manzoni – Cremona. Ristrutturazione per utilizzo scolastico del fabbricato con adeguamento sismico: Euro 1.800.000,00
I.I.S. Torriani di Cremona. Riqualificazione degli spogliatoi della palestra del Piano Primo: Euro 150.000,00
I.I.S. Torriani di Cremona. Riqualificazione degli spogliatoi della palestra del Piano Secondo: Euro 120.000,00

Nel corso dell’anno scolastico in corso inoltre inizieranno tre interventi con importi minori, ma significativi per la prevenzione incendi, in particolare:

Succursale presso ex Albergoni dell’I.I.S. Munari di Crema. Adeguamento alle norme di Prevenzione Incendi: Euro 130.000,00
I.I.S. Galilei Crema – Via Matilde di Canossa. Adeguamento alle norme di prevenzione incendi: Euro 70.000,00
Liceo Classico Manin – Cremona. Adeguamento alle norme di prevenzione incendi: Euro 70.000,00

Si segnala infine che, alla luce delle criticità sorte con i locali mensa situati nel Castello Visconteo del Comune di Pandino, si è stipulata un apposito protocollo d’intesa con il Comune al fine di realizzare all’interno dello stabile “Ex Scuola Media” la mensa con cucina, uscendo definitivamente dai locali del Castello; a breve partiranno i lavori di ristrutturazione dei locali.

Nel 2020

Inoltre, nei prossimi anni, anche per dare risposta alle richieste delle scuole per interventi di ampio respiro, si proseguirà con le verifiche sismiche dei fabbricati e con il reperimento di risorse ministeriali o regionali per finanziare gli interventi di adeguamento sismico; sono in fase di avanzata progettazione due interventi, che saranno appaltati nella prima parte del 2020 per eseguire i lavori nell’estate:

Liceo Classico Racchetti di Crema. Adeguamento sismico: Euro 200.000,00
Liceo Anguissola di Cremona. Completamenti per la prevenzione incendi (per C.P.I.) ed adeguamento sismico: Euro 1.500.000,00

Dopo aver effettuato una ricognizione generale sulle priorità su cui finalizzare le risorse, si avvieranno a breve le progettazioni dei seguenti interventi di miglioramento o adeguamento sismico, già inseriti nella programmazione BEI 2018/2020:

Succursale presso ex Albergoni dell’I.I.S. Munari di Crema. Completamento prevenzione incendi (per CPI) e adeguamento sismico: Euro 1.500.000,00
Ex Dorotee – Via Borghetto – Cremona. Miglioramento sismico e completamento via Manzoni: Euro 1.300.000,00
I.I.S. Einaudi – Via Bissolati a Cremona. Completamento adeguamento sismico: Euro 4.000.000,00
Scuola Casearia di Pandino. Adeguamento prevenzione incendi e adeguamento sismico: Euro 950.000,00

In previsione, si avvieranno anche i seguenti progetti che in alcuni casi, oltre al miglioramento sismico, consentiranno di riqualificare i locali scolastici, da candidare nei prossimi BEI 2021-2023:

I.I.S. Galilei – Crema. Miglioramento e adeguamento sismico: Euro 6.826.000,00
Succursale Marazzi – Crema. Fabbricato Officine. Miglioramento e adeguamento sismico: Euro 974.000,00
Liceo Manin – Cremona. Miglioramento sismico, sistemazioni facciate ed eliminazioni vulnerabilità: Euro 5.000.000,00
Palestre di via Faerno a Cremona. Miglioramento sismico e riqualificazioni degli spogliatoi e delle palestre. Euro 1.500.000,00

Da ricordare inoltre a Crema il progetto per realizzare un nuovo complesso scolastico per la sede del Racchetti, per ospitare circa 1.300 studenti, che verrà costruito nella parte sud della città, in zona San Bartolomeo; l’intervento, del costo di 11.750.000 Euro e che comprende anche la palestra, rientra fra quelli vincitori del concorso ministeriale per realizzare le “Scuole innovative” e si stanno aspettando i finanziamenti per partire con la progettazione.

Con la nuova sede si potrà dare a Crema un assetto più definitivo delle sedi scolastiche, accorpando in un unico edificio le diverse sedi, riducendo sensibilmente le locazioni e riconsegnando al Comune uno stabile scolastico in centro alla città per le scuole di primo grado.

Come ulteriori richieste dal mondo scolastico di Crema c’è anche la costruzione di una palestra con più aree di gioco da realizzare nel comparto sud della città, in zona San Bartolomeo, per consentire lo svolgimento delle lezioni di educazione fisica delle scuole limitrofe (in particolare istituto Sraffa e Istituto Munari), evitando i continui trasferimenti.

LEGGI ANCHE>> Mortadella Bologna IGP a marchio Conad ritirata: rischio microorganismi patogeni

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità