Continui atti persecutori nei confronti della ex: arrestato pensionato

Il provvedimento emesso come aggravamento alla misura degli arresti domiciliari.

Continui atti persecutori nei confronti della ex: arrestato pensionato
Cronaca Cremona, 13 Settembre 2019 ore 12:21

A Pizzighettone è stato arrestato, in ottemperanza ad un ordine di custodia cautelare in carcere, un pensionato 65enne. Il GIP del Tribunale di Cremona, in data 10 settembre 2019, ha emesso il citato ordine come aggravamento alla misura degli arresti domiciliari cui lo stesso era sottoposto per il reato di atti persecutori, alla luce di alcune violazioni agli obblighi impostigli, segnalate dai Carabinieri del Comando Stazione di Pizzighettone. In particolare il pensionato risulta aver violato, nei giorni scorsi, sia il divieto di avvicinamento alla persona offesa, e per essere risultato non reperibile presso la propria abitazione.

Continui atti persecutori nei confronti della ex: arrestato pensionato

Dagli accertamenti è emerso che il pensionato, sfruttando alcune autorizzazione ottenute per vari motivi (fare la spesa, permessi medici, ecc…) faceva in modo di “incrociare” la sua ex convivente continuando ad offenderla con epiteti volgari. L’uomo dal mese di maggio è finito in regime dei domiciliari quale destinatario della misura cautelare, emessa in data 2 maggio 2019 dal GIP del Tribunale di Cremona, in relazione al reato di atti persecutori in quanto dal mese di novembre 2018, si era reso responsabile, in modo reiterato, di episodi quali pedinamenti, insulti, e anche aggressioni fisiche nei confronti della sua ex convivente, un’impiegata 50enne del posto. Persecuzioni iniziate quando la donna ha deciso di interrompere la loro relazione sentimentale iniziata nel 2003.

Una “escalation” di molestie

Gli accertamenti nei suoi confronti sono partiti, a seguito della denuncia formalizzata dalla vittima, nel febbraio scorso, anche a causa di ripetuti  interventi effettuati dai militari, in particolare in relazione a numerose violazione del divieto di avvicinamento già emesso dal GIP del Tribunale di Cremona in data 8 marzo 2019. In particolare:

– in data 31.01.2019 alle ore 12.25, quando la donna, mentre era in compagnia di un collega con il quale stava raggiungendo il posto di impiegata, è stata avvicinata sul ponte del fiume Adda impedendole di proseguire;

– in data 2.02.2019 alle 22 circa è stata avvicinata sul ponte del fiume Adda dal prevenuto che la ha rivolto epiteti volgari;

– in data 20.02.2019, alle 12.25 circa, nei pressi della sua abitazione, è stata avvicinata ed offesa con epiteti scurrili;

– in data 25.02.2019, alle 13.40 circa è stata avvicinata mentre passeggiava con il cane ed offesa con epiteti volgari e fatta oggetto di sputi;

– in data 26.02.2019, alle ore 14.25 circa, mentre si stava recando al lavoro in bicicletta è stata avvicinata ed offesa con epiteti volgari;

in data 28.02.2019 alle 14.00 circa, è stata avvicinata mentre era a passeggio con il cane, aggredita verbalmente con insulti, sputi e colpita con due deboli pugni;

– in data 04.03.2019 alle 09.30 circa è stata avvicinata mentre passeggia con il cane e offesa;

– in data 07.03.2019 alle 17.15 circa le ha citofonato a casa per offenderla e successivamente è stata avvicinata, offesa e afferrata per i polsi. Nella circostanza, transitava una pattuglia dei Carabinieri, che assistendo alla segna lo hanno bloccato e allontanato.

Il pensionato, arrestato ed espletate le formalità di rito è  stato associato presso la Casa Circondariale di Cremona.

LEGGI ANCHE>> Si rifiuta di avere un rapporto e viene picchiata con le doghe del letto

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità