Scomparsa

Continuano le ricerche di Sabrina Beccalli: ritrovata la sua auto carbonizzata con un cadavere di cane

Vigili del fuoco e Protezione Civile sono all'opera da più di 48 ore.

Crema, 18 Agosto 2020 ore 10:08


Continuano da oltre 48 ore le ricerche di Sabrina Beccalli, mamma 39enne di Crema sparita nel nulla da oltre tre giorni.

Ritrovata auto con un cadavere di cane carbonizzato

Una sparizione strana e sospetta quella di Sabrina che, secondo quanto raccontato dai testimoni, dopo aver lasciato a casa di alcuni amici il figlio di 15 anni sarebbe scomparsa.

I Carabinieri hanno iniziato a cercarla domenica mattina per informarla che la sera prima, verso le 22.30, la sua automobile – una Fiat Panda – era stata trovata carbonizzata con all’interno un cadavere di un cane (che non era della donna e il cui proprietario rimane sconosciuto per ora). Non riuscendo a contattarla telefonicamente, risultando il suo cellulare spento, le forze dell’ordine si sono così messe in contatto con i fratelli della donna che però non hanno saputo dare alcuna spiegazione di dove potesse essere.

Scomparsa Sabrina Beccalli, mamma di Crema: ritrovata la sua auto carbonizzata con un cadavere di cane all'interno
Sabrina Beccalli

Le ricerche iniziate domenica

L’allarme è così ufficialmente scattato alle 17 di domenica 16 agosto 2020, quando i Vigili del fuoco hanno montato un campo davanti alla chiesa di Vergonzaga e insieme ai volontari della Protezione Civile si sono messi alla ricerca della 39enne anche con l’ausilio di droni dotati di termoscanner per rilevare dall’alto la presenza di persone.

Sabrina si cerca anche dall’alto con un elicottero del nucleo di Malpensa, nelle campagne della zona ove è stata ritrovata l’auto carbonizzata della donna. Sono circa 40 le persone impiegate nella ricerca di Sabrina, e per ora stanno ancora cercando una persona scomparsa, ma viva.

Per i famigliari potrebbe essere stata uccisa

Per i famigliari, due sorelle e un fratello, Sabrina potrebbe essere stata uccisa: secondo la sorella Teresa infatti Sabrina stava trascorrendo un periodo felice della sua vita, dopo aver trovato lavoro in una cooperativa che confeziona cosmetici. Inoltre, per chi la conosce bene, non si sarebbe mai assentata senza far sapere più nulla di sé e lasciando suo figlio.

Anche il parroco di S.Bernardino e Vergonzana, Don Lorenzo Roncali, non pensa che Sabrina possa aver compiuto un gesto estremo: era passata da lui venerdì mattina e sembrava essere felice.

Un mese fa una violenta lite

Un mese fa, il 15 luglio 2020, due suoi “pretendenti” avevano avuto un’accesa discussione che aveva portato ad un feroce accoltellamento. L’aggressore era finito in manette mentre l’altro era stato trasportato d’urgenza in ospedale.
Sabrina è da tempo separata dal marito.

5 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE: Furti con la “tecnica dell’abbraccio”: ladra identificata dalla vittima di Casalmaggiore

 

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia