CREMONA

Carabinieri scovano tre trattori rubati all'interno di un capannone: 46enne nei guai

L'uomo è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione

Carabinieri scovano tre trattori rubati all'interno di un capannone: 46enne nei guai
Pubblicato:

Alla guida di un autoarticolato, stava entrando in un capannone dove si trovavano tre trattori rubati: bloccato dai carabinieri e sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione.

Ricettazione

I Carabinieri del Comando Provinciale di Cremona hanno condotto una significativa attività di prevenzione e contrasto ai furti di mezzi agricoli e relativi equipaggiamenti, specie gps satellitari, di rilevante valore economico, conclusasi con il fermo di indiziato di delitto per ricettazione di un uomo di 46 anni.

Il controllo dell'autoarticolato

Giovedì 13 giugno 2024, verso le 3.40, una pattuglia di Carabinieri stava perlustrando le campagne intorno a Cremona quando ha notato un autoarticolato dirigersi verso un’area in cui sono presenti alcuni capannoni. I militari, insospettiti dall’inusuale presenza di quel tipo di mezzo pesante a quell’ora di notte ed in un luogo così isolato, lo hanno seguito a debita distanza, senza fari notare, per capire dove fosse diretto. La marcia è terminata nel cortile di un prefabbricato lasciato in stato di abbandono, dove il camion si è fermato. Qui i Carabinieri hanno proceduto al controllo del mezzo e del suo conducente, anche alla luce del fatto che la catena posta a chiusura del cancello scorrevole di accesso al cortile era stata tagliata ed una porta del capannone risultava sfondata.

L'autoarticolato bloccato dai Carabinieri

I tre trattori rubati

Entrati all’interno, i Carabinieri hanno trovato tre trattori parcheggiati, uno dei quali con motore e luci ancora accesi, tutti privi di targhe. Dall’accertamento dei numeri di telaio si è potuti risalire al proprietario dei mezzi, identificato in un imprenditore agricolo cremonese che, contattato, si è precipitato a raggiungere il posto, completamente ignaro del furto subito nella notte. L’uomo ha confermato di essere il proprietario dei trattori e di averli utilizzati sino alle 20.30 del giorno precedente, prima di parcheggiarli nella sua azienda al termine del lavoro.

L’imprenditore ha quindi formalizzato la denuncia di furto e i militari operanti hanno verificato che il camionista 46enne era giunto sul posto per caricare i trattori al fine di portarli via. Molto probabilmente il conducente del camion era atteso nel capannone da altre persone, dileguatesi alla vista del mezzo dei Carabinieri e dei controlli. Anche il proprietario del fabbricato è risultato estraneo alla vicenda, come peraltro anche dimostrato dal danneggiamento delle misure di protezione all’accesso indebito all’immobile e da altri segni di un pregresso sopralluogo effettuato dalla banda.

Trattori restituiti al proprietario

I trattori, del valore di circa 100mila euro, sono stati restituiti all’avente diritto e il 46enne, che non ha saputo fornire alcun tipo di giustificazione, è stato accompagnato in Caserma per essere sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione e successivamente associato presso la Casa Circondariale di Cremona, in attesa dell’udienza di convalida. L’udienza, svolta nella mattinata di sabato 15 giugno 2024, si è conclusa con la convalida dell’atto e la scarcerazione dell’uomo. L’indagine prosegue per identificare gli eventuali complici e tracciare la direttrice di destinazione dei mezzi, verosimilmente il mercato estero illegale.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali