Cronaca

Bullo minaccia e rapina tre minori a Cremona ma un agente fuori servizio interviene

Ha estorto soldi con la violenza e le minacce e ne voleva ancora, ma le vittime sono fuggite e hanno trovato un agente sulla loro strada.

Bullo minaccia e rapina tre minori a Cremona ma un agente fuori servizio interviene
Cronaca Cremona, 31 Marzo 2019 ore 10:54

Venerdì sera, 29  marzo 2019, al termine degli accertamenti, arrestato nella flagranza del reato per rapina aggravata continuata:

  • uno studente 17enne, (settembre 2001), nato in Tunisia, residente a Cremona, incensurato;

poiché, alle ore 20.45, in Piazza Roma a Cremona, si era reso responsabile di una rapina nei confronti dei minori:

  • una studentessa 15enne, residente a Sesto ed Uniti (CR);
  • una studentessa 15enne, residente a Sesto ed Uniti (CR);

entrambe sorelle

  • uno studente 14enne, residente a Cremona.

Percosse e minacce

In particolare, alle ore 20.00 circa di venerdì sera, in questa Piazza Roma, nell’area dei giochi per i bambini e ove sono soliti riunirsi i giovani, dietro minaccia di percosse e avvalendosi di un atteggiamento prevaricante, da “BULLO”, dopo essersi avvicinato e aver bloccato loro la strada, si faceva consegnare una banconota di euro 5, che una delle due sorelle custodiva all’interno della cover del proprio telefono cellulare e che aveva intravisto poco prima. Ottenuta la banconota ha chiesto altri soldi, minacciando di picchiare tutti e tre i giovani e intimando loro di consegnargli almeno altre 50 euro di cui aveva bisogno, a suo dire per “FARE SERATA”.

In fuga

Le tre vittime a questo punto, riuscivano a fuggire chiedendo ad alta voce aiuto. Inseguite dal giovane malvivente, giunte in questa Piazza della Pace, si rifugiavano all’interno di un locale  ove vi erano anche degli agenti liberi dal servizio: un Luogotenente dei Carabinieri, in servizio presso il NAS di Cremona che compresa la situazione, tempestivamente interveniva in soccorso delle giovani vittime, bloccando il soggetto e consegnandolo alla pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cremona intervenuta sul posto su sua richiesta. La successiva perquisizione personale, permetteva di rinvenire la banconota sottratta che è stata restituita all’avente diritto. Dell’episodio e del fermo del giovane è stata avvisata la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minori di Brescia che disponeva che il 14enne, arrestato, venisse affidato ai propri genitori per essere trattenuto presso la sua abitazione, in custodia domiciliare, in attesa dell’udienza di convalida che avverrà nella giornata di domani, lunedì 1 aprile.

Ulteriori indagini

I Carabinieri, sulla base delle dichiarazioni delle vittime e di altri  minori presenti in Piazzale Roma e testimoni dell’episodio, stanno svolgendo maggiori approfondimenti anche in relazione ad altri episodi analoghi avvenuti in quella zona nei mesi scorsi e che ad oggi erano stati trattati come liti tra giovani, senza particolari conseguenze, anche per il timore dei più giovani, in particolare per le eventuali ritorsioni e per “l’omertà” di alcuni testimoni che furono incontrati dalle Forze dell’Ordine in fase di accertamento ed anche in relazione al coinvolgimento in tali episodi di altri minori compresi nella cerchia delle amicizie del 17enne arrestato ed avvezzi a frequentare quella zona di Piazza Roma e del centro cittadino.

LEGGI ANCHE: La Bassa ha sete

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE