Attrezzi da scasso nel furgone davanti alla ditta, foglio di via per un 33enne

Il 33enne di origini calabresi non ha saputo giustificare la propria presenza a Ricengo.

Attrezzi da scasso nel furgone davanti alla ditta, foglio di via per un 33enne
16 Febbraio 2018 ore 16:12

Ieri pomeriggio a Ricengo i Carabinieri hanno notato un furgone sospetto fuori da una ditta abbandonata. Quando hanno perquisito il mezzo hanno trovato un set completo di attrezzi da scasso.

Furgone sospetto davanti alla ditta

Nel pomeriggio di ieri  una pattuglia dei carabinieri  della stazione di Romanengo stava passando per Ricengo I militari hanno notato la presenza di un furgone sospetto vicino a una ditta dismessa. L’azienda già in passato era stata teatro di diversi furti di impianti elettrici e macchinari vari. Alla guida del mezzo un 33enne pregiudicato di orgini calabresi e residente nel bresciano. Alla richiesta dei carabinieri di giustificare la propria presenza l’uomo si è dimostrato piuttosto evasivo. Così è scattata la perquisizione.

Attrezzi da scasso nel baule

Sul furgone i carabinieri hanno trovato diversi attrezzi da scasso. Tutto è stato messo sotto sequestro. Il 33enne, F.G., è stato portato in caserma e deferito per porto di oggetti atti allo scasso. All’uomo è stato anche consegnato il foglio di via obbligatorio dal comune di Ricengo per 3 anni. L’obiettivo è che eviti di tornare a delinquere in futuro.

L’appello dei carabinieri “Segnalate”

Per contenere i reati predatori i carabinieri svolgono quotidianamente servizi preventivi controllando tutti coloro che si aggirano con fare sospetto. Se queste persone risultano essere pregiudicate, non residenti e non sanno giustificare la propria presenza, vengono munite del foglio di via per 3 anni. Nei confronti dei malfattori stanziali invece spesso viene utilizzato l’avviso orale, che impone al soggetto di cambiare vita. “L’invito che si rinnova alla cittadinanza cremasca – scrivono i carabinieri in una nota ufficiale – è quello di segnalare tempestivamente sulla linea telefonica di emergenza 112 la presenza di persone e  mezzi sospetti al fine di intervenire efficacemente”.

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia