Cronaca

Assalto alla Gioielleria Pellegrini: rapinatore accusato di tentato omicidio

In carcere è finito Alessio dello Stritto, 33enne, che ha dichiarato di averlo fatto perchè sommerso dai debiti.

Assalto alla Gioielleria Pellegrini: rapinatore accusato di tentato omicidio
Cronaca Cremona, 03 Settembre 2019 ore 17:13

Alessio dello Stritto, 33 anni è stato arrestato giovedì scorso dopo che aveva tentato di rapinare la Gioielleria Pellegrini. Armato di coltello aveva ferito alla testa il titolare. Ora dovrà rispondere anche di tentato omicidio.

Assalto alla Gioielleria Pellegrini

Verso le 18.30, era entrato nella nota Gioielleria Pellegrini chiedendo al titolare di mostrargli alcuni oggetti. Improvvisamente, aveva estratto un coltello e aveva minacciato il gioielliere, Ermanno Pellegrini. Il trambusto aveva però richiamato l’attenzione del figlio, in quel momento nel retrobottega, che è intervenuto in soccorso del padre. Ne era nata una colluttazione nel corso della quale il titolare, è stato ferito alla testa.

Portati in ospedale

Il trambusto all'interno della gioielleria aveva attirato l’attenzione delle persone presenti in zona, ed era partita una chiamata al 112. Alessio dello Stritto, 33 anni, è stato arrestato poco dopo. Sia lui che il gioielliere sono finiti in ospedale con lievi ferite.  

Tentato omicidio

Avrebbe agito per disperazione in quanto oberato dai debiti. Ma ora dovrà rispondere di tentato omicidio, tentata rapina aggravata e lesioni aggravate. Sono questi i reati che gli contesta il sostituto procuratore, Lisa Saccaro. "Ho sbagliato, ho fatto una cavolata". Ma nel frattempo, resta in carcere.

LEGGI ANCHE:

Rapina alla Gioielleria Pellegrini: titolare ferito alla testa

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter