Menu
Cerca
Promosso dalla Provincia

Raddoppio ferroviario Mantova – Piadena, al via il vertice con il Commissario e Rfi – Italferr

L’appuntamento permetterà di avere un quadro preciso ed articolato rispetto alle varie procedure avviate dal committente RFI e tenute costantemente monitorate in questi mesi dai tecnici della Provincia.

Raddoppio ferroviario Mantova – Piadena, al via il vertice con il Commissario e Rfi – Italferr
Attualità Cremona, 13 Maggio 2021 ore 12:34

Si terrà nel pomeriggio di domani, venerdì 14 maggio 2021,  l'atteso incontro sul raddoppio della linea ferroviaria Mantova - Milano per il tratto dal capoluogo virgiliano a Piadena. Promosso dalla Provincia, il confronto vedrà la partecipazione dei sindaci dei Comuni interessati dall’opera e della struttura tecnica di RFI - Italferr per un’analisi circa i lavori di adeguamento del progetto alle istanze degli Enti virgiliani.

Raddoppio ferroviario Mantova - Piadena

Dopo un primo momento di reciproci aggiornamenti tra la società di progettazione regionale CAL, che ha ripreso anche le soluzioni progettuali relativamente alle medesime problematiche già affrontate durante le varie conferenze di servizi dell'autostrada regionale Mantova – Milano e RFI – Italferr, ora si entra nella fase del confronto tecnico con l’analisi approfondita delle modifiche progettuali e delle eventuali criticità che potranno emergere.  Alla presenza anche del Commissario dell'opera, l’ing. Chiara De Gregorio, ci sarà l'occasione di approfondire, con Regione Lombardia, invitata all'incontro, le eventuali modifiche progettuali che, oltre a essere tecniche sono anche economico – finanziarie: insieme saranno valutate le eventuali criticità rispetto al quadro economico finanziario, nell'ambito delle prerogative assegnate nel mandato al Commissario. L’appuntamento permetterà di avere un quadro preciso ed articolato rispetto alle varie procedure avviate dal committente RFI e tenute costantemente monitorate in questi mesi dai tecnici della Provincia. I Comuni attraversati dall'opera potranno avere un aggiornamento sulle procedure espropriative e nuovi elementi per dare risposta ai tanti quesiti arrivati da cittadini e imprese negli ultimi mesi.

Clima di "reciproca collaborazione"

Da sottolineare il clima di reciproca collaborazione dimostrata non solo dalla Commissaria De Gregorio che si è resa da subito disponibile ad ascoltare e valutare le istanze del territorio, ma anche dalla struttura tecnica di RFI Italferr che sta alacremente lavorando per portare il progetto fuori dalle criticità inizialmente emerse e riportate dalla Relazione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Ora si è in attesa che dopo la richiesta di integrazioni che risulta essere già pronta al Ministero delle Infrastrutture, arrivi il riscontro dal Ministero dell'Ambiente per le procedure di Via.

"Esprimo grande soddisfazione per come si sta sviluppando l'iter- commenta il Presidente della Provincia Beniamino Morselli - perché dopo una prima fase di sbandamento, siamo, riusciti in accordo con tutti i rappresentanti istituzionali, a tracciare un percorso che deve vedere il continuo confronto, senza trascurare gli impatti che un'opera così importante avrà sul territorio mantovano. Tra i punti che porteremo all'attenzione del tavolo venerdì ci saranno anche il rischio di un appesantimento del traffico pesante sulla S.S. 10 con la chiusura della tratta Mantova - Bozzolo e le richieste delle aziende che vedono il cantiere interferire con le loro attività".