Attualità
Grazie a Uniti per la provincia di Cremona

Ospedale Oglio Po, è arrivata la Tac donata dalla generosità dei cittadini

Sono in corso le operazioni di collaudo e la formazione dei sanitari. A giorni sarà operativa.

Ospedale Oglio Po, è arrivata la Tac donata dalla generosità dei cittadini
Attualità Casalmaggiore, 20 Gennaio 2022 ore 14:35

Ospedale Oglio Po: è arrivata la Tac donata da Uniti per la provincia di Cremona. A giorni sarà operativa.

Nuova Tac all'ospedale Oglio Po

L’apparecchiatura diagnostica donata da Uniti per la provincia di Cremona grazie alla generosità dei cittadini è stata consegnata in questi giorni alla Radiologia dell’Ospedale Oglio Po, diretta da Matteo Passamonti.  

L'ufficio tecnico, il servizio d'Ingegneria clinica e di Fisica sanitaria dell’ASST di Cremona stanno completando le operazioni di installazione e collaudo, cui seguirà la formazione del personale. La nuova TAC (Siemens Edge -128 strati) è uno strumento di ultima generazione: consentirà di effettuare esami di alta qualità utilizzando basse dosi di radiazioni, permetterà di eseguire screening innovativi e di ridurre i tempi di produzione e ricostruzione delle immagini.

«In un sistema pubblico - afferma Passamonti - è importante che il cittadino, in questo caso residente nel territorio casalasco,  possa fruire di prestazioni di alto livello nell’ospedale di riferimento, senza dover migrare verso altri centri, perché le apparecchiature diagnostiche non sono aggiornate.

Grazie alla donazione di Uniti per la Provincia di Cremona, questo non accadrà. La nuova TAC accresce il potenziale diagnostico della nostra radiologia che può competere con le radiologie dei grandi centri».

«Ancora una volta Uniti per la Provincia di Cremona ha mostrato il suo grande cuore – spiega il Direttore Generale Giuseppe Rossi – Non solo perché è una associazione unica, nata in emergenza per sostenere i bisogni del territorio nel momento più drammatico della pandemia, ma anche perché si sta rivelando una realtà solida e lungimirante, capace di favorire la ripresa delle attività e la crescita delle strutture ospedaliere e socio-sanitarie».

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter