Attualità
attività storiche

Le attività storiche di Cremona: la ricchezza della città

Guidesi: "Un presidio economico, sociale e familiare da custodire"

Attualità 16 Dicembre 2022 ore 18:13

La fine dell'anno si avvicina, così come la fine del tour di premiazioni delle attività storiche lombarde portato avanti dall'assessore allo Sviluppo economico Guido Guidesi. Il 15 dicembre è stato il turno di Cremona: nella splendida Università Cattolica, nel cuore della città, i rappresentanti delle 27 attività storiche riconosciute dalla regione hanno ricevuto il proprio premio e raccontato la storia della loro attività.

Il video della tappa di Cremona

L'assessore Guidesi premia le attività storiche cremonesi

A presentare l'evento Marco Bencivenga, Direttore de La Provincia di Cremona e Crema, affiancato dal Presidente della Camera di Commercio di Cremona, Gian Domenico Auricchio, dal Consigliere regionale Matteo Piloni e, ovviamente, dall'assessore Guidesi.

"Questa manifestazione veniva fatta ogni anno a palazzo Lombardia." commenta Auricchio "Quest'anno l'assessore Guidesi ha voluto manifestare la sua vicinanza venendo sul territorio. La regione riconosce in noi la base della sua fortuna e incontra gli imprenditori, per davvero."

Aggiunge Guidesi, dopo di lui:

"È importante premiare la capacità di progredire senza mai perdere autenticità e tradizione. Senza questi aiuti, tanti non avrebbero più alzato la saracinesca del proprio negozio. Ecco, allora, che la digitalizzazione e l'e-commerce non è più un nemico, non diventa un'attività sostitutiva ma piuttosto un'opportunità, un'aggiunta, soprattutto durante la pandemia."

La premiazione

Il contatto umano, la qualità dell'artigianato, l'unicità del prodotto resta il punto fondamentale di ogni attività presente. Lo sa bene il signor Agostino, proprietario e barbiere di "Acconciature Agostino" dal 1977:

"È stata una vita di sacrifici. Da giovane seguivo contemporaneamente lavoro e accademia, facevo l'apprendista. Poi ho ritirato il negozio del mio titolare ed eccomi qui, dopo 45 anni, ci sono ancora."

"Cremona mi ha insegnato questo lavoro, anche se sia mio padre che mia nonno erano restauratori di pianoforti alla fine dell'800. - ricorda Vittorio, proprietario della Liuteria Artistica Formaggia Vittorio dal 1981 - Le nostre botteghe hanno una qualità estetica e bellezza propria, un valore aggiunto rispetto alle grandi catene e ai centri commerciali. Più facile non significa più bello."

La storia della famiglie coincide, quasi sempre, con quella della attività. Ne è testimone il proprietario di "Gian Alberto Acconciature Uomo", aperto dal 1934 "Mio padre non c'è più, ma so che sta tagliando i capelli anche dove si trova ora. Ora continua mio figlio". O, ancora, i fratelli della tipografia "Mauri Arte Grafica":

"Tutto ha inizio nel 1969 quando Luciano, mio padre, ha inventato un modo di impaginare i libri. Anche se la carta è diminuita in maniera importante, sono sicuro che verrà rivalutata. Ci sarà un impreziosimento della materia nel solco della tradizione ma nel rispetto dell'ambiente, con stampe più ecologiche."

Conclude l'emozionante incontro l'assessore Guido Guidesi:

"Voi conoscete le difficoltà che ci sono meglio di noi e ancora una volta siamo noi ad imparare. Con l'entusiasmo che mettete nelle vostre attività ci contagiate e ci spingete a fare di più e meglio. È stata un'esperienza culturale incredibile per me venire a casa dei premiati, mi hanno insegnato tutti molto, in tutti i capannoni, aziende e negozi. Che queste due settimane prima di Natale, allora, siano piene di clienti!"

Le attività storiche premiate in provincia di Cremona

  • Corte dé Cortesi con Cignone: Arredamenti Maiandi (1961)
  • Crema: Macelleria De Lorenzi (1976), Acconciature Agostino (1977), Gian Alberto Acconciature Uomo (1934), Liuteria Artistica Formaggia Vittorio (1981), Fiorista Barsi (1970),
  • Cremona: Arte Sacra (1974), Autotecnica (1945), Bar Stradivari (1965), Il Punto Verde (1978), Piccolo Caffè (1971), Argentina (1979), Camorali (1938), Ghidetti Marmi e Graniti (1967), Mauri Arte Grafica (1969)
  • Malagnino: Panetteria Luzzara (1962)
  • Montodine: Lotto & Tabacchi (1956)
  • Persico Dosimo: Osteria del Naviglio (1960)
  • Pizzighettone: Pasticceria Santi (1970)
  • Rivolta d’Adda: Cantarini Marco Mario (1979)
  • Sergnano: Ristorante dell’Albero (1964)
  • Spino d’Adda: Polenghi Abele & Co (1962)
  • Torre dé Picenardi: Frutta e Verdura - Sozzi Daniela (1954), Hair Studio (1981)
  • Trigolo: Grossi (1937)
  • Vaiano Cremasco: Sorgente del Mobile (1965)

Le foto di tutti i premiati

DSC08517
Foto 1 di 20

Arredamenti Maiandi

DSC08525
Foto 2 di 20

Arte Sacra

DSC08528
Foto 3 di 20

Bar Stradivari

DSC08538
Foto 4 di 20

Osteria del Naviglio

DSC08542
Foto 5 di 20

Polenghi Abele & C.

DSC08552
Foto 6 di 20

Hair Studio

DSC08566
Foto 7 di 20

Macelleria De Lorenzi

DSC08574
Foto 8 di 20

Sorgente del Mobile

DSC08578
Foto 9 di 20

Piccolo Caffè

DSC08588
Foto 10 di 20

Acconciature Agostino

DSC08591
Foto 11 di 20

Gian Alberto Acconciature Uomo

DSC08600
Foto 12 di 20

Liuteria Artistica, Formaggia Vittorio

DSC08612
Foto 13 di 20

Fiorista Barsi

DSC08616
Foto 14 di 20

Argentina

DSC08623
Foto 15 di 20

Camorali

DSC08627
Foto 16 di 20

Ghidetti Marmi e Graniti

DSC08637
Foto 17 di 20

Mauri Arte Grafica

DSC08641
Foto 18 di 20

Cantarini Marco Mario

DSC08643
Foto 19 di 20

Ristorante dell’Albero

DSC08653
Foto 20 di 20

Grossi

Seguici sui nostri canali