Bagnolo Cremasco

I cani sporcano? Lettera minatoria al Sindaco: "Se non risolvi la situazione, li avveleno. Sarà una strage"

La missiva è stata recapitata ai Carabinieri e al Sindaco di Bagnolo Cremasco.

I cani sporcano? Lettera minatoria al Sindaco: "Se non risolvi la situazione, li avveleno. Sarà una strage"
Attualità Crema, 11 Giugno 2021 ore 18:04

I cani sporcano? C'è chi pensa di farsi giustizia da solo e invia una lettera (minatoria) ai Carabinieri e al Sindaco di Bagnolo Cremasco.

I cani sporcano? Lettera minatoria: "Se la situazione non si risolve, li avveleno"

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Cremona ha informato il Prefetto Vito Danilo Gagliardi che alla stazione dei Carabinieri di Bagnolo Cremasco è stata recapita una lettera anonima in cui si minaccia di avvelenare i cani presenti sul territorio comunale se il Sindaco non dovesse risolvere la situazione di sporcizia causata dagli stessi.

Analoga lettera è stata inviata, inoltre, al Sindaco del Comune di Bagnolo Cremasco.

"La situazione dei cani è ormai giunta ad un livello di insopportabilità- recita la lettera. Strade sporche di feci ed abbai continui tutte le ore del giorno e della notte.

Perchè dobbiamo subire tutti noi cittadini?

La prego intervenga repentinamente altrimenti il suo Comune verrà alla ribalta per l'alto numero di cani avvelenati, ovunque getteremo esche: strade, cortili, aiuole, ciclabili, aree cani, giardini pubblici. Sarà una strage. A tutto c'è un limite, ora BASTA!!"

La replica del Sindaco

"Pensavo di averne viste tante ma ricevere minacce di ritorsioni su animali che non hanno colpe, è proprio da criminali La buona educazione non si può imporre e individuare un incivile che non raccoglie gli escrementi del proprio cane è veramente difficile. ANONIMO UOMO O DONNA DI M....... SE QUALCHE ANIMALE SUBISCE LE CONSEGUENZE DEL TUO GESTO, FAREMO DI TUTTO PER MANDARTI IN GALERA"

E' la pronta risposta di Paolo Aiolfi, primo cittadino di Bagnolo Cremasco.

Convocata una riunione

Alla luce di tali preoccupanti e deplorevoli missive il Prefetto convocherà a breve una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, alla presenza dei vertici delle Forze di Polizia e degli Amministratori Comunali interessati dal fenomeno, pericoloso per la vita degli animali e altresì per la salute degli esseri umani e che può assumere rilevanza penale.

LEGGI ANCHE: Bocconi avvelenati, muore un cane a Crema: un tavolo in Prefettura per contrastare il fenomeno

La tematica degli avvelenamenti degli animali è attentamente seguita dal Prefetto che lo scorso aprile, all’esito della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, ha disposto l’attivazione del Tavolo di coordinamento prefettizio, nel cui ambito vengono definite le linee di intervento per prevenire e contrastare le condotte di disseminazione di esche e bocconi contenenti veleni o sostanze tossiche.