Attualità
Solidarietà

Donata parete mobile per la sala di attesa del Pronto Soccorso dell'Ospedale di Cremona

Per l’area dedicata agli utenti che hanno già effettuato il tampone con esito negativo dagli utenti che devono essere ancora sottoposti al controllo.

Donata parete mobile per la sala di attesa del Pronto Soccorso dell'Ospedale di Cremona
Attualità Cremona, 17 Dicembre 2021 ore 10:08

Siamo Noi e Uniti per la Provincia di Cremona donano una parete mobile per la sala di attesa del Pronto Soccorso dell'ospedale di Cremona.

Donata parete mobile per la sala di attesa del Pronto Soccorso

Siamo Noi e Uniti per la Provincia di Cremona di nuovo insieme per l’ospedale cittadino. Presentata ieri mattina la nuova donazione destinata al Pronto Soccorso di Cremona diretto da Francesca Co’. Si tratta di una parete, modulare e mobile, caratterizzata da sei pannelli trasparenti in plexiglass.

La parete svolge una funzione importante: serve a separare l’area di attesa dedicata agli utenti già valutati al triage con tampone e risultati covid-19 negativi, dagli utenti che devono essere ancora valutati.

Alla presentazione sono intervenuti per l’ASST Cremona Giuseppe Rossi (Direttore Generale), Federica Pezzetti (Direttore Medico vicario Cremona), Enrico Storti (Direttore di Dipartimento DEA), Lia a Beccara (Responsabile del Pronto Soccorso di Cremona), Rosario Oddo (Coordinatore Medicina d’Urgenza).

A consegnare il dono Claudio Bodini (Presidente di  Siamo Noi Onlus) e Giovanni Bozzini (Segretario generale Uniti per la Provincia di Cremona)

«Questa donazione, complementare alla riorganizzazione che negli ultimi anni ha interessato il Pronto Soccorso di Cremona, offre un contributo importante per la gestione degli spazi destinati agli utenti e conferma la proficua collaborazione con il mondo del volontariato», Giuseppe Rossi (Direttore Generale ASST di Cremona).

«Siamo profondamente grati a Siamo Noi e a Uniti per la Provincia di Cremona che dimostrano ancora una volta il loro impegno nel sostenere gli operatori sanitari e i cittadini».

3 foto Sfoglia la gallery