ASST CREMONA

Disturbi respiratori del sonno, a Cremona un corso di formazione per costruire un modello di prevenzione

Rivolto a specialisti, si terrà a Palazzo Trecchi nella giornata di sabato 11 maggio

Disturbi respiratori del sonno, a Cremona un corso di formazione per costruire un modello di prevenzione
Pubblicato:

Nella giornata di sabato 11 maggio 2024, a Cremona di terrà un corso di formazione sui disturbi respiratori del sonno rivolto agli specialisti per conoscere la patologia e costruire un modello di prevenzione.

Disturbi respiratori del sonno, un corso di formazione

Torna a Cremona sabato 11 maggio 2024 la quarta edizione del corso specialistico sulla gestione dei disturbi respiratori del sonno dal titolo “I DRS: una sfida epidemiologica, clinica, tecnologica e organizzativa verso un modello di prevenzione per il futuro”.

L'evento (promosso da Asst di Cremona, Asst di Crema e Ospedale di Suzzara) si terrà a Palazzo Trecchi (Via Sigismondo Trecchi 20), dalle 8.30 alle 18 e vedrà la partecipazione di specialisti provenienti da tutta Italia per parlare dei disturbi respiratori e del sonno in ottica multidisciplinare.

Il corso è rivolto a medici chirurgi, farmacisti, fisioterapisti, infermieri e tecnici di neurofisiopatologia ed è pensato per affiancare la teoria alla pratica, con esercitazioni per la lettura di tracciati cardiorespiratori.

«Nello specifico, quest’anno tratteremo l’importanza dei ritmi circadiani del sonno, la correlazione tra l’insonnia e la sindrome delle apnee ostruttive del sonno o altre comorbilità. Insieme discuteremo su come trattarle in modo efficace, in base allo stato di salute del paziente», così spiega Monia Betti, direttore della Pneumologia di Cremona, che con Giuseppe La Piana (Ospedale Santa Marta di Rivolta d’Adda- Asst di Crema) e Cleante Scarduelli (Centro per i disturbi respiratori del sonno – Ospedale di Suzzara) ha organizzato l’evento.

Betti Monia, direttore della Pneumologia di Cremona

L'ambulatorio a Cremona

All’ospedale di Cremona, l’ambulatorio per i disturbi respiratori del sonno segue ogni anno oltre 200 pazienti.

«Tuttavia - precisa Betti - sono molte le persone ancora non diagnosticate. Identificarle per tempo consente di migliorare sensibilmente la qualità della vita dei pazienti e ridurre o prevenire lo sviluppo delle problematiche correlate».

Informazioni per partecipare

L'evento è accreditato ECM per i professionisti sanitari. La partecipazione è gratuita con iscrizione. Info disponibili sul sito: www.sintexservizi.it

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali