Attualità
Covid-19

Da mercoledì 14 partono in Lombardia le somministrazioni del vaccino aggiornato a Omicron

Le iniezioni saranno effettuate nei 37 centri vaccinali ancora aperti e dalle prossime settimane anche in farmacia. Chi e come deve prenotarsi.

Da mercoledì 14 partono in Lombardia le somministrazioni del vaccino aggiornato a Omicron
Attualità Cremona, 13 Settembre 2022 ore 11:41

Anche in Lombardia partono le somministrazioni del vaccino contro il Covid aggiornato a Omicron, nella nuova formulazione bivalente.

Questa ulteriore fase del piano vaccinale, che partirà domani, mercoledì 14 settembre 2022, è stata messa a punto dall'assessorato al Welfare della Regione dopo che la Commissione Tecnico Scientifica di Aifa ha approvato l'utilizzo del nuovo vaccino solo come dose di richiamo: potrà essere somministrato dai 12 anni solo se si è già completato il ciclo primario.

Anche in Lombardia il vaccino aggiornato a Omicron

Come prevedono le indicazioni fornite dal Ministero della Salute, la nuova formulazione bivalente sarà offerta presso i 37 centri vaccinali della Lombardia attualmente attivi, a partire da mercoledì 14, a queste fasce di popolazione: per il primo booster (3ª dose) ai cittadini di età uguale o superiore a 12 anni ancora in attesa di ricevere la prima dose di richiamo, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario.

Per il secondo booster (4ª dose) ai cittadini over 60, a quelli ad elevata fragilità over 12, ai trapiantati e immunocompromessi, agli operatori sanitari e operatori delle strutture residenziali per anziani e infine alle donne in gravidanza.

Attraverso una nota stampa diramata dalla Regione si evidenzia che per la somministrazione della dose di richiamo con il vaccino aggiornato, deve essere trascorso un intervallo minimo di almeno quattro mesi (120 giorni) dal completamento del ciclo primario, dalla dose booster o, in caso di infezione, dalla positività al tampone.

Come prenotarsi

Le modalità di prenotazione rimangono quelle consolidate dall'inizio della campagna vaccinale massiva, ovvero attraverso il portale di Regione Lombardia.

Le dosi di nuovo vaccino sono sufficienti per coprire le attuali necessità, pertanto, come di consueto, per evitare code e problemi di gestione, dall'assessorato al Welfare arriva la raccomandazione di non presentarsi nei centri vaccinali senza prenotazione ma di accedere al sito prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it per fissare un appuntamento.

Possono recarsi nei centri vaccinali senza prenotazione, solo ed esclusivamente, le donne in stato di gravidanza.

Vaccino anche in farmacia, il commento dell'assessore

Nelle prossime settimane, inoltre, il nuovo vaccino aggiornato a Omicron sarà disponibile come dose di richiamo anche presso le farmacie aderenti sul territorio regionale.

Soddisfatta la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti:

"Le nostre strutture sono pronte per questo richiamo anti Covid. Contiamo anche nella disponibilità concreta delle farmacie il cui aiuto, in passato, è stato prezioso".

Seguici sui nostri canali