Menu
Cerca
l'annuncio

Covid e vacanze: via libera alle seconde dosi "sotto l'ombrellone"

I richiami potranno essere somministrati anche in regioni diverse dalla propria.

Covid e vacanze: via libera alle seconde dosi "sotto l'ombrellone"
Attualità Cremona, 09 Giugno 2021 ore 17:19

E' ufficiale: il richiamo del vaccino si potrà fare anche "sotto l'ombrellone": arriva il via libera.

L'autorizzazione da parte del Generale Figliuolo

Come riporta Prima Torino, il Generale Figliuolo ha infatti autorizzato la richiesta da parte del Piemonte di una maggiore flessibilità per quanto riguarda le secondi dosi che potranno quindi essere somministrate anche in regioni diverse dalla propria senza quindi dover sconvolgere i piani per le vacanze. Un passo in più quindi rispetto alla precedente concessione che riguardava l'accordo speciale tra Piemonte e Liguria.

Il Presidente Alberto Cirio su Facebook

Ad annunciarlo, su Facebook, è il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio:

È appena arrivata la lettera del generale Figliuolo che autorizza i richiami dei vaccini nelle regioni dove si è in vacanza, come il Piemonte aveva chiesto. Ho sentito ora il presidente Giovanni Toti con cui abbiamo già siglato l’accordo per far sì che i piemontesi in vacanza in Liguria possano ricevere lì la seconda dose, così come per i liguri che trascorreranno le ferie in Piemonte. Stiamo mettendo a punto gli ultimi aspetti tecnici. Saremo operativi al più presto!

 

In Lombardia?

La lettera di Figliuolo però mette già un paletto. Si parla infatti della possibilità del richiamo (e del conseguente riordino delle dosi) nella località di villeggiatura "laddove per eccezionali motivi dovesse rendersi necessaria la somministrazione della seconda dose a lavoratori o turisti che soggiornano al di fuori della Regione/P.A. Autonoma di residenza per un periodo di permanenza congruo".

Un'evenienza che non dovrebbe interessare i vaccinandi lombardi: da fine mese infatti la piattaforma di prenotazione di Poste, come anticipato la scorsa settimana e confermato nei giorni successivi dalla Regione, darà la possibilità di modificare l'appuntamento per il richiamo sempre rimanendo nel "range" previsto da ciascun vaccino. Iniziativa che insieme ad altre simili adottare e in corso d'adozione nelle altre Regioni, come ha dichiarato figliuolo renderebbero i vaccini in vacanza "più uno spot che una necessità".