Attualità
Dal 17 settembre

Covid: al via gli screening con test salivari nelle scuole

Individuato per la prima giornata almeno un istituto e una classe per Provincia in cui avviare il monitoraggio campionario.

Covid: al via gli screening con test salivari nelle scuole
Attualità Cremona, 17 Settembre 2021 ore 07:10

Covid, prende il via oggi, venerdì 17 settembre 2021, in Lombardia la somministrazione di test salivari nelle scuole. Moratti: "Da parte della Regione ulteriore misura concreta".

Covid: al via gli screening con test salivari nelle scuole

Prenderà avvio oggi la somministrazione dei test salivari nelle scuole lombarde per monitorare la circolazione del Covid. In accordo con tutte le Ats, Regione Lombardia ha individuato per la prima giornata almeno un istituto e una classe per Provincia in cui avviare il monitoraggio campionario.

Coinvolti 1.600 alunni

Coinvolti in questa fase iniziale circa 1.600 alunni che sono stati invitati ad aderire, sottoponendosi al tampone salivare. Sulla base della precedente esperienza è attesa un'adesione stimata intorno al 60%.

Verranno effettuati test molecolari su campione salivare prelevato a scuola da operatori di Ats. In una fase successiva verrà altresì avviata la possibilità dell'autoprelievo nel contesto familiare per la successiva consegna nei punti raccolta scolastici e quindi conferiti nei laboratori analisi. L'adesione degli studenti avverrà su base volontaria attraverso la sottoscrizione del consenso informato dei genitori e non comporterà vincoli per l'accesso a scuola.

L'iniziativa di monitoraggio che parte oggi concretizza il continuo e proficuo confronto tra il Welfare di Regione Lombardia, Ats e laboratori con il mondo della scuola.  Successivamente alla fase di avvio, si andrà ad incrementare il numero dei test come previsto dalle indicazioni nazionali.

"Rilevare eventuali incrementi della circolazione del virus tra i bambini e gli adolescenti"

"Questa attività nelle scuole - rimarca la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti - rappresenta una concreta misura per rilevare eventuali incrementi della circolazione del virus tra i bambini e gli adolescenti ed è volta a ridurre il rischio di provvedimenti restrittivi come la didattica a distanza che tanto hanno pesato su giovani e famiglie nei mesi passati".

"Accanto alla vaccinazione - conclude la vicepresidente -, che resta l'arma più efficace di contrasto al virus, ricordo anche che i ragazzi tra i 6 e gli 11 anni hanno la possibilità di effettuare gratuitamente, ogni 15 giorni, un tampone antigenico rapido in farmacia, prenotandolo attraverso il portale prenotasalute.regione.lombardia.it".