Attualità
Quarta tappa

Carenza di organico e spaccio in aumento: la riunione del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

L'incontro si è svolto in data 15 novembre 2022 a Soresina.

Carenza di organico e spaccio in aumento: la riunione del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica
Attualità Soresina, 16 Novembre 2022 ore 15:17

Quarta riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che questa volta ha fatto tappa a Soresina.

Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Il Percorso di incontri con gli amministratori locali intrapreso dalla Prefettura di Cremona prosegue con la quarta tappa dei Comitati di Ordine e Sicurezza Pubblica in forma itinerante, svoltasi in data 15 novembre 2022 in Soresina.

L’incontro, presieduto dal Prefetto di Cremona, Corrado Conforto Galli, ha visto la partecipazione dei Sindaci dei Comuni di Soresina, Annicco, Azzanello, Cappella Cantone, Casalbuttano ed Uniti, Casalmorano, Castelverde, Crotta d’Adda, Genivolta, Gerre dè Caprioli, Grumello Cremonese, Olmeneta, Paderno Ponchielli, Pizzighettone, San Bassano, Sesto ed Uniti, Spinadesco.

Presenti, in rappresentanza delle Forze dell’Ordine della provincia, il Questore, Dott. Michele Davide Sinigaglia, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Colonnello Giuliano Gerbo, il Comandante del Nucleo di Polizia Economica Finanziaria della Guardia di Finanza, Ten. Col. Salvatore Maria Martino e, per l’Amministrazione provinciale, il Comandante della Polizia provinciale, Salvatore Guzzardo.

Nella suggestiva cornice della storica Sala del Podestà, il Sindaco di Soresina Diego Vairani quale ospite dell’evento, ha ringraziato le Autorità presenti e i colleghi Sindaci per la partecipazione all’importante appuntamento, facendosi quindi portavoce delle aspettative degli amministratori locali circa la richiesta di maggiore sostegno e di concorso sinergico nell’affrontare le nuove sfide che la gestione del territorio comporta.

Carenza di organici

Condiviso da parte di tutti i Sindaci, inoltre, il tema della carenza di organici e di adeguate risorse finanziarie, che incidono fortemente nell’organizzazione del lavoro e nella pianificazione delle attività di controllo del territorio, anche in riferimento alla recrudescenza del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, in relazione al quale i responsabili provinciali delle Forze di Polizia hanno dato ampia assicurazione in ordine alla prosecuzione di specifiche attività di controllo e di prevenzione in corso.

Cooperazione con gli Enti Locali

Il Prefetto ha inteso rimarcare come la convocazione del Comitato itinerante non vuol essere mero segnale formale della presenza delle Autorità provinciali, ma piuttosto costituisce espressione della ferma volontà dello Stato di cooperare in maniera diretta e non mediata con i rappresentanti degli Enti locali, ai quali, peraltro, va dato atto di costituire i primi baluardi di legalità nel territorio, recettori privilegiati di quei segnali che, se trascurati, possono facilmente degenerare in fenomeni di degrado sociale e criminalità, inficiando la percezione di sicurezza che, occorre, sottolineare, anche alla luce dei correnti dati statistici, illustra il territorio del soresinese e, più in generale la provincia cremonese, quale realtà sana e dagli elevati standard in relazione alla qualità di vita.

A garanzia degli impegni assunti, il Prefetto ha assicurato la piena disponibilità ad eventuali richieste di ulteriori incontri, per l’attento ascolto di specifiche istanze ovvero per la valutazione di problematiche e la pianificazione di adeguate soluzioni, d’intesa con il Questore, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza.

Seguici sui nostri canali