Attualità
Ospedale di Cremona

Cadaver Lab: nuova edizione del corso di alta specializzazione per chirurghi su corpi donati alla scienza

Nel fine settimana si terrà la seconda edizione del laboratorio che permette ai chirurghi di eseguire esercitazioni mediche su corpi umani senza vita.

Cadaver Lab: nuova edizione del corso di alta specializzazione per chirurghi su corpi donati alla scienza
Attualità Cremona, 18 Novembre 2021 ore 12:29

Ospedale di Cremona. Cadaver Lab: nuova edizione del corso di alta specializzazione per chirurghi su corpi donati alla scienza. Sabato 20 e domenica 21 novembre si terrà la seconda edizione del Cadaver Lab, laboratorio formativo in cui medici chirurghi hanno la possibilità di sperimentare diversi approcci di Neurochirurgia su corpi umani senza vita. Partecipa Franco Servadei.

Cadaver Lab: nuova edizione del corso di alta specializzazione per chirurghi

Dopo il successo della scorsa edizione di ottobre incentrata sulla chirurgia spinale, i prossimi sabato 20 e domenica 21 novembre 2021 si svolgerà la seconda edizione del Cadaver Lab. Il corso di alta specializzazione permette ai chirurghi di eseguire esercitazioni mediche su corpi donati alla scienza.

“Corso Hands-on di Approcci Sovratentoriali”

Sotto la direzione del Dr. Antonio Fioravanti (Direttore Neurochirurgia, ASST Cremona), nell’area Lab di Palazzo Trecchi si svolgerà il primo laboratorio in chirurgia cranica, intitolato “Corso Hands-on di Approcci Sovratentoriali”. Il corso, patrocinato dalla Società Italiana di Neurochirurgia, ospiterà fra  i relatori il Professor Franco Servadei (Past President della Federazione Mondiale delle Società Neurochirurgiche e Professore Ordinario di Neurochirurgia presso l’Università Humanitas di Milano).

«Durante il corso è previsto un intervento chirurgico per l'asportazione di un tumore cerebrale con ausilio di fluorescenza intraoperatoria, tecnica innovativa che permette la visione di  tumori molto piccoli che spesso sfuggono all’esame con luce normale o ad altri accertamenti», spiega Fioravanti.

«Ci teniamo a ricordare che la sperimentazione in un Cadaver Lab è una pratica etica. I corpi utilizzati durante il laboratorio appartengono a persone che in vita hanno deciso di donare il proprio corpo alla scienza, con un gesto di grande altruismo verso l’umanità», specifica Fioravanti.

«Inoltre, un simile tipo di training in laboratorio», continua Fioravanti, «in un ambiente chiuso e controllato dà modo agli specializzandi di eseguire procedure complesse garantendo un realismo elevato e senza la pressione delle tempistiche strette dettate da una vera emergenza».

«L’idea che abbiamo insieme al gruppo di Palazzo Trecchi è quella di costituire all’interno di questa storica struttura un’accademia. A questo proposito, dopo l’evento di novembre abbiamo previsto per maggio 2022 un evento dalla portata internazionale: fra i membri della faculty ci saranno infatti colleghi inglesi e vietnamiti, oltre al Professor Shane Tubbs (Direttore dei Dipartimenti di Ricerca in Anatomia e di Anatomia Chirurgica della Scuola di Medicina dell’Università di Tulane di New Orleans)», conclude soddisfatto Fioravanti.