L'indagine

Aumentano le richieste di mutui per la casa in Lombardia, scopri l'importo medio in provincia di Cremona

I dati raccolti da Facile.it e Mutui.it nei primi sei mesi del 2024 nella nostra regione

Aumentano le richieste di mutui per la casa in Lombardia, scopri l'importo medio in provincia di Cremona
Pubblicato:

Le richieste di mutui per l'acquisto di abitazioni stanno aumentando in Lombardia. Secondo l'osservatorio congiunto di Facile.it e Mutui.it, nei primi sei mesi del 2024 la domanda di finanziamenti è cresciuta del 18% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Questo significativo aumento è accompagnato da un incremento dell'importo medio richiesto, che nella nostra regione è di 144.187 euro (+1,5%), e del valore medio degli immobili per cui si richiede un mutuo, che è di 227.741 euro (+3%). Ma qual è la situazione nella provincia di Cremona?

La situazione in provincia di Cremona

L’analisi di Facile.it e Mutui.it rileva che nei primi sei mesi del 2024 l’importo medio richiesto per un mutuo in provincia di Cremona è stato di 116.483 euro, un dato al di sotto della media. La nostra è la seconda provincia con il dato più basso. L'unica provincia in cui l'importo richiesto è inferiore è quella di Pavia (114.572 euro). Un risultato simile riguarda le province di Lodi (117.736 euro) e la provincia di Mantova (117.675 euro).

Di tutt'altra entità è l'importo richiesto a Milano dove la vita costa di più. Il capoluogo lombardo guida la classifica con l’importo medio più alto richiesto (161.838 euro), seguito da Como (142.043 euro), Lecco, Monza e Brianza, Brescia, Varese e Bergamo.

La classifica in Lombardia:

Provincia
Importo medio richiesto
Milano 161.838€
Como 142.043€
Lecco 139.206€
Monza e Brianza 136.064€
Brescia 133.566€
Varese 132.117€
Bergamo 129.259€
Lodi 117.736€
Mantova 117.675€
Cremona 116.483€
Pavia 114.572€
Lombardia 144.187€
Italia 133.389€

L'aumento delle richieste di surroga

Un altro dato interessante è l'aumento delle richieste di surroga, trainate dalle condizioni favorevoli offerte dalle banche per i tassi fissi. Tra gennaio e giugno 2024, questo tipo di domande ha rappresentato il 32% del totale lombardo, in aumento di 11 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

"Il 2023 è stato un anno complesso per il mercato dei mutui, colpito dall’aumento dei tassi di interesse e da una minore disponibilità economica da parte delle famiglie, già alle prese con l’aumento dell’inflazione - spiegano gli esperti di Facile.it - II 2024, però, è partito positivamente, con una richiesta in aumento".

Questi segnali indicano una ritrovata fiducia nel mercato immobiliare lombardo e una maggiore propensione delle famiglie ad investire nel mattone, sostenuta da condizioni di mutuo più favorevoli. Se il trend positivo continuerà, il 2024 potrebbe segnare un’importante ripresa per il settore dei mutui in Lombardia e, di riflesso, contribuire alla stabilità del mercato immobiliare nazionale.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali