Menu
Cerca
Alto Adige

Plan de Corones, un paradiso tra neve e cielo

120 chilometri di discese al top e 32 impianti all’insegna della sicurezza e della vacanza per adulti e bambini.

Plan de Corones, un paradiso tra neve e cielo
Turismo 13 Gennaio 2021 ore 10:20

La neve è scesa in abbondanza a Plan de Corones - Kronplatz. Fiocco dopo fiocco, con convinzione e costanza, ha dipinto di bianco il paesaggio, simile a un quadro invernale, incorniciato tra le Alpi e le Dolomiti in quello spicchio di Alto Adige al confine con l’Austria. Qui la natura di montagna si mostra in tutto il suo splendore. Le cime disegnano uno skyline scenografico e i paesini affacciati sui boschi argentati a valle ne fanno da sfondo armonioso. Se il comprensorio di Plan de Corones è un mondo fantastico che ruota attorno a piste di rara bellezza, San Vigilio di Marebbe e San Martino in Badia catapultano in un’oasi di pace ad alta quota dove stress e preoccupazioni lasciano il posto a valori autentici e passioni genuine. Custodi della cultura ladina e porte d’ingresso dei parchi naturali di Fanes-Senes-Braies e del Puez Odle, tra case in legno, ordine impeccabile e persone cordiali, conquistano a prima vista e conciliano il desiderio di vacanza sulla neve che finalmente può essere appagato.

Plan de Corones, un paradiso tra neve e cielo

Non è ancora chiaro quando apriranno gli impianti e prenderà il via la stagione sciistica. Ma a Plan de Corones - Kronplatz è tutto pronto e in fermento per alzare il sipario sullo spettacolo di montagne che da sempre trasforma la località altoatesina in un regno di magia e adrenalina per gli appassionati di sci e snowboard.
Nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, le proposte, le attività e le soluzioni anche quest’anno sono infinite. All’insegna della sicurezza e a prova di Covid (www.kronplatz2021.com), ruotano attorno a 32 impianti e 120 chilometri di discese al top, senza considerare il collegamento diretto – venti minuti di skibus – con l’Alta Badia, quindi con l’imbattibile Sellaronda, in due parole: Dolomiti Superski. Che si traducono in 1.200 chilometri di piste mozzafiato rinomate nel mondo intero. Tutto parte dalla cima di Plan de Corones, la montagna regina della zona e del Südtirol che si presenta come un’enorme terrazza innevata con vista privilegiata sulle Dolomiti. Da questo “panettone” bianco parte un network di piste adatte a tutti i gusti, gli stili, i livelli di difficoltà e le capacità di adulti e bambini. Dalle mitiche “Black Five”, le cinque nere che sfidano i più temerari, alle piste più ampie e spaziose che seguono dolcemente i pendii, alla rossa Ried, una splendida pista lunga quasi dieci chilometri che serpeggia sinuosa nel bosco. Il consiglio è di partire da San Vigilio con sci ai piedi e racchette in mano e da lì salire in quota per scendere ed esplorare piste diverse ogni giorno. Perfettamente collegate tra loro, sono rivolte verso tutti i punti cardinali, in modo da accontentare chi cerca il sole e chi invece predilige i tracciati ghiacciati all’ombra. Insomma, la scelta non manca affatto da queste parti. Non solo di giorno, ma anche di notte. Perché a Plan de Corones è possibile cimentarsi anche nello sci in notturna, un’esperienza affascinante che perdersi sarebbe un vero peccato.
Info: www.sanvigilio.com.

Muovere i primi passi sulla neve, lezioni e piste kids friendly

Plan de Corones è anche una destinazione family-friendly. Tra i punti di maggior richiamo del comprensorio spicca l’occhio di riguardo riservato ai più piccoli che qui possono trovare il luogo ideale per scoprire la bellezza della neve, muovere i primi passi sugli sci e divertirsi insieme ai propri coetanei, grazie a corsi, lezioni, giochi e proposte pensate proprio per loro. Un esempio tra tutti è il campo scuola sci Kinderland di San Vigilio di Marebbe. È un parco innevato con varie pendenze, munito di divertenti gonfiabili, materiale didattico e tapis roulant per le risalite in cui i novelli sciatori, sempre accompagnati da maestri esperti, possono imparare già dai tre anni a prendere confidenza con sci e racchette e destreggiarsi prima su terreni pianeggianti, poi su lievi pendenze, quindi sulla pista a loro dedicata. In allegria e serenità, acquisteranno giorno dopo giorno maggior padronanza fino a diventare dei piccoli campioni.
Info: www.sanvigilio.com/it/Inverno/ulteriori-attivita/scuole-sci.

Ciaspole, scialpinismo, fondo, passeggiate: un ventaglio infinito di discipline al di là dello sci

Il bello di San Vigilio è che offre un ventaglio pressoché infinito di discipline da praticare sulla neve anche al di là dello sci. Piste, sentieri e tracciati accompagnano nei Parchi naturali di Fanes-Senes-Braies e del Puez Odle. Sono spazi sconfinati, dominati da una natura immacolata, dove dedicarsi al wildlife watching, darsi a escursioni in slitte trainate da husky o cimentarsi in attività che spaziano dallo sci di fondo alle ciaspolate, a passeggiate rilassanti o a escursioni impegnative, a scialpinismo o a fiaccolate notturne con vin brulé finale. Da non perdere la visita al Parco Zoologico di Ciamaor alla scoperta di gufi e civette e la passeggiata alla malga di Medalges, che offre un panorama d’eccezione sulle montagne che fanno da confine con la Val Gardena da una parte e, dall’altra, sulle cime Crëp da les Dodesc, Capuziner e Doleda.
Info: www.owlparksanvigilio.comwww.huskysleddog.com.